Ultime notizie

L'impatto dell'economia ormonale sulla vostra sessualità

La mancanza di vitamina D causa impotenza?

Le pillole di potenza sono efficaci?

8 December 2019 7:55pm

La mancanza di vitamina D causa impotenza?



Numerosi studi e osservazioni (soprattutto dall'Italia) suggeriscono che la carenza di vitamina D può influenzare i problemi di erezione e l'attività sessuale. Solo il 20% delle persone con impotenza e libido ha la giusta concentrazione di questa vitamina nel sangue. Ciò che è più interessante, più gravi e gravi sono i sintomi dei disturbi sessuali, più bassa è la concentrazione di vitamina D. La mancanza di vitamina D causa impotenza? Come si presenta nella realtà?

La mancanza di vitamina D causa impotenza? L'influenza della vitamina D sull'attività sessuale degli uomini

Non è stato ancora stabilito perché la vitamina D ha una forte connotazione con problemi di erezione. Ci si chiede se la mancanza di vitamina D causi impotenza. Una delle soluzioni a questo puzzle è il fenomeno dell'antiossidazione, che è la causa dell'infiammazione del corpo e delle complicazioni sotto forma di disturbi sessuali. Si tratta proprio di aumentare la comparsa dei radicali liberi, che aiutano a ridurre l'ossido nitrico, essenziale per la formazione delle erezioni. La sua presenza fa sì che i vasi sanguigni si rilassino, in modo che il sangue possa fluire in grandi volumi, causando l'erezione del pene. Senza ossido nitrico, i vasi non sono stimolati correttamente e non c'è possibilità di erezione.

La vitamina D nel corpo viene "estratta" dal colesterolo, grazie all'effetto della luce solare sulla pelle. Per ottenere una concentrazione sufficiente di vitamina D durante il giorno, è necessario esporsi al sole per quasi 30 minuti. Se per qualche motivo non abbiamo una tale possibilità (stagione dell'anno, stile di vita), vale la pena di applicare un'integrazione appropriata.

Metodi di supplementazione di vitamina D

La mancanza di vitamina D, secondo alcuni test, aumenta il rischio di impotenza e disfunzione erettile di quasi il 40%. Questo è legato sia al lavoro dei vasi sanguigni che alla riduzione della produzione di testosterone da parte dell'organismo. Ci occupiamo anche di questi radicali liberi e della produzione limitata di ossido nitrico. Le conseguenze possono essere di più ampia portata - compreso il cancro alla prostata e l'insufficienza cardiaca. Come posso integrare e integrare la vitamina D? All'inizio si dovrebbe prendersi un po' di tempo al sole e esporsi ai raggi UV (la più alta concentrazione di testosterone tra gli uomini è in agosto). Più in basso, dovremmo raggiungere gli integratori e consumare più prodotti con uova, latticini e pesce.

Che altro oltre alla vitamina D?

Al fine di sostenere il vostro corpo in modo completo, si dovrebbe anche fornire altri minerali e vitamine che contrastano l'impotenza. La cosa più importante è che siano consegnati in pasti a valore aggiunto e provengano il più possibile da fonti naturali. L'integrazione è un passo appropriato per le persone che conducono stili di vita esigenti, soggetti a stress o esercizio fisico intensivo, e dopo 50. Oltre alla vitamina D, deve essere fornita una serie di magnesio-ferro-zinco-selenio, acido folico, vitamina C-D-D-E, vitamine del gruppo B e coenzima Q10.